Skip to content Skip to footer

Bando agrisolare 2023 al via: ecco tutte le novità

Dopo essere stata validata dall’Unione Europea, la nuova misura del PNRR entra in vigore, con lo stanziamento di un miliardo di euro per l’installazione di impianti fotovoltaici in edifici agricoli, zootecnici e agroindustriali.

Che cos’è il Decreto Parco Agrisolare

Il Decreto Parco Agrisolare è una misura voluta per ridurre i costi di produzione delle imprese agricole, offrendo un percorso di miglioramento nell’efficienza energetica. Questa iniziativa prevede l’assegnazione di contributi a fondo perduto attraverso un apposito bando. I contributi possono coprire fino all’80% delle spese, a condizione che l’energia prodotta sia autoconsumata.

Chi può beneficiare dei contributi?

Il bando agrisolare è rivolto ai seguenti soggetti:

    • Imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria

    • Imprese agroindustriali

    • Cooperative agricole

    • Associazioni temporanee di imprese

    • Comunità energetiche rinnovabili

Alla data di presentazione della domanda, è necessario soddisfare alcuni requisiti, tra cui essere regolarmente iscritti al Registro delle Imprese, essere in condizioni di regolarità contributiva, non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione o amministrazione controllata, e non essere in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà.

La suddivisione dei finanziamenti per il bando agrisolare

Le risorse stanziate dal decreto per il bando agrisolare sono ripartite in questo modo:

    • contributi fino all’80% per le aziende agricole primarie che scelgono l’autoconsumo e per le aziende del settore della trasformazione di prodotti agricoli;

    • con contributi dal 30% per le imprese di produzione agricola primaria e per le imprese che trasformano i prodotti agricoli in non agricoli.

Vi sono poi premi maggiorativi per chi rientra nelle categorie che beneficiano del 30% di contributi. In particolare, possono ottenere un bonus aggiuntivo:

    • le piccole e medie imprese (meno di 250 dipendenti e meno di 50 milioni di fatturato), con contributi che salgono fino al 50%;

    • chi opera in aree svantaggiate (Puglia, Molise, Basilicata, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna), con contributi che salgono fino al 65%.

Quali sono gli interventi del bando grisolare?

Gli interventi ammissibili per poter accedere al bando agrisolare sono:

    • Fotovoltaico

    • Sistemi di accumulo

    • Colonnine di ricarica

    • Rimozione e smaltimento dell’amianto

Come posso presentare domanda per il bando agrisolare?

Con esperienza decennale nei progetti di efficientamento energetico, Coesa è l’unico interlocutore per l’ottenimento di incentivi. Ci occupiamo di raccogliere tutta la documentazione necessaria dal cliente, predisponiamo la domanda e la presentiamo. La nostra missione è semplificare l’intero processo: studiamo la fattibilità del progetto, ne conduciamo un’analisi economica, e gestiamo la fornitura e posa dell’impianto, effettuando anche gli opportuni interventi di manutenzione.

Contattaci per trovare la soluzione su misura per te e accedere agli incentivi del nuovo bando Parco Agrisolare 2023